Brutto trofeo, fastidioso selfie. Vettel ha riportato importanti notizie sul podio della F1

Brutto trofeo, fastidioso selfie. Vettel ha riportato importanti notizie sul podio della F1

In Messico, tradizionalmente, la Red Bull o la Ferrari hanno le auto più potenti e il maestro Mercedes è nei guai a causa dell’aria più sottile. Questo era vero anche quest’anno. Tuttavia, Lewis Hamilton si rallegra nel suo secondo trionfo a causa della sua strategia e degli errori dei suoi avversari. Non tiene più nulla, ma ha vinto il trofeo ispirato al design dello sponsor principale della gara di Formula 1, il birrificio Heineken, quando ha annunciato i migliori uomini del giorno. La Green Cup non lo ha impressionato.

“È un peccato.Andremo in una grande gara alla quale ci siamo impegnati così tanto, e poi otterremo un trofeo così brutto ”, non ha nascosto il suo imbarazzo. “Capisco che Heineken è uno sponsor importante, ma lo vediamo scritto da queste parti. Qualcosa di carino, tradizionale messicano sarebbe molto meglio come trofeo “, ha continuato a criticare la coppa sponsor.

E non è stato tutto ciò che l’ex campione del mondo ha deciso. Durante l’annuncio, gli organizzatori hanno permesso a un ragazzo in tuta nera e casco bianco di portare un bastone selfie sul podio, che ha scattato foto con i piloti. Voleva anche un film con Vettel, ma ce l’aveva. Gli organizzatori probabilmente non si aspettavano che non tutti i piloti adorassero simili bagagli.

“Non sono un fan dei selfie in generale e il ragazzo con l’asta ha cercato di scattare una foto con me.L’ho respinto, non mi piace “, ha ammesso Vettel, che si trova ad affrontare il terzo posto finale nel Campionato mondiale nelle restanti tre gare.

Ma non è stata l’unica notizia. Il vincitore della gara Lewis Hamilton è stato raccolto sulla piattaforma con la sua auto. Non era la Ferrari, ma a Vettel non importava. “È stata un’ottima, bella idea ottenere ancora più attenzione su tutti gli stand. L’auto sul podio mi ha fatto piacere, potrebbe non essere adatta ovunque, ma eccola qui. L’atmosfera generale è stata fantastica. Se non fosse per un simile trofeo e un “tipo sefie”, sarebbe perfetto “, ha concluso Sebastian Vettel, che ha così confermato la reputazione di un eterno denunciante in Messico.