Lo scherzo è stato su Nicklas Bendtner per troppo tempo

Lo scherzo è stato su Nicklas Bendtner per troppo tempo

Non c’è niente di sbagliato in un tocco di ego, ovviamente, nello sport professionistico, ma è stato comunque un po ‘sorprendente sentire un giocatore di 21 anni così dedito all’idea che nulla potrebbe mai impedirgli di diventare uno dei grandi della sua sport. “Secondo me non so perché qualcuno mi interroghi”, ha detto. “Fidati di me, succederà. Guardo gli altri giocatori, vedo le mie capacità e non riesco a vedere nulla che mi dica che non succederà. Sono sicuro che la gente penserà: ‘Di cosa sta parlando?’ Ma come ho fatto prima, e lo farò di nuovo, riderò a quelle persone quando tutto sarà fatto. ”

Questo wasn anche un atto. Jacques Crevoisier, psicologo dell’Arsenal, una volta ha rilasciato un’intervista alla rivista svedese Offside che riassume perfettamente il modo in cui Bendtner è collegato in modo diverso a tutti noi.Crevoisier era scommesse bonus per le partite di tennis solito dare ai giocatori una serie di domande a scelta multipla per testare la loro intelligenza e personalità. “Una delle categorie si chiama ‘Competenza auto-percepita’ – cioè quanto è buono il giocatore stesso che pensa di essere”, ha spiegato. “Su una scala fino a nove, Bendtner ha ottenuto un 10. Non l’avevamo mai visto prima. Quando Bendtner perde occasione, è sempre sinceramente convinto che non è colpa sua. Potresti dire che è un problema, e in una certa misura lo può essere. Ma puoi anche vederlo visto che questo ragazzo ha una notevole capacità di tornare dopo le battute d’arresto. ”

L’ego è formidabile e mi sembra sempre strano che i paesi scandinavi non siano necessariamente il primo posto immaginavo di trovare questo tipo di braggadocio, hanno prodotto così tanti show-off più prolifici dello sport.I livelli di auto-adorazione di Zlatan Ibrahimovic non si accordano perfettamente con la descrizione piuttosto crudele di PJ O’Rourke degli svedesi come “tipi di Boy Scout noiosi e puliti” e chiunque abbia intervistato John Guidetti probabilmente può garantire che anche questa è un’esperienza interessante. Guidetti una volta mi disse, mentre ero in prestito a Stoke City, delle sue stesse ambizioni di diventare il più grande calciatore della Terra e che un giorno potrebbe aprire un fioraio, chiamiamolo “Fiori per i dubbi” e manda mazzi a tutte le persone che lo avevano messo in dubbio.Ha segnato alcuni gol per Celta Vigo ma è difficile scuotere il sospetto, proprio come Bendtner, che a volte sono le persone nella nebbia più fitta che suonano il corno il più forte.

Sfortunatamente per Bendtner, chiunque abbia ragione, probabilmente deve capire che potrebbe non esserci troppa simpatia per il pubblico quando tutto si sgretola e le fiere sembrano incredibilmente vuote. Bendtner si è certamente dato una caduta. La sua reputazione è stata danneggiata a tal punto da non poter essere troppo sorpresa se molte delle persone che hanno seguito la traiettoria della sua carriera sospettano che il suo ritorno al calcio inglese potrebbe seguire la stessa direzione.Un sondaggio su BT, il quotidiano danese, ha il 57% di probabilità che continui a fare lo slittino a Nottingham Forest e Allan Olsen, redattrice sportiva di Ekstra Bladet, non Unibet bonus le scommesse mobili sembrava troppo fiducioso. “Aspettiamo di vedere se Bendtner si rende conto che questa è la sua ultima possibilità di liberarsi della sua aura da jolly”, ha scritto. “Speriamo che prenderà sul serio il suo nuovo ambiente e il suo talento. Per dove vai dopo aver fallito nel campionato? “Aston Villa e Nottingham Forest guardano in alto dal campionato | Nick Miller Per saperne di più

Lo stesso posto, presumibilmente, dove Bendtner è stato negli ultimi mesi – senza lavoro. Bendtner è già stato ostracizzato dalla squadra nazionale danese.È stato trasferito fuori da Wolfsburg perché, nelle parole del direttore sportivo, Klaus Allofs, era “una minaccia per il club” e ci sono state così tante notti perse e reati minori che suggerisce che Bendtner non ha ricevuto il promemoria che i moderni i calciatori non arrivano ai vertici a meno che non siano assolutamente dedicati alla loro professione.

Per un giocatore con una tale immensa considerazione di sé, il fatto è che Bendtner compie 29 anni a gennaio e ne ha fatti 77 in cima – inizia il volo, quasi un terzo dei quali è avvenuto durante un accordo di prestito a Sunderland nel 2011-12. C’è stata solo una occasione, in prestito a Birmingham City, quando ha segnato più di 10 gol in una stagione, ed era un adolescente in quel momento.E ‘stato 10 anni fa e se non può prendere questa ultima possibilità, probabilmente l’ultimo che otterrà, rischia di diventare il punto di riferimento obbligatorio di internet per una delle posizioni di centravanti in un Slapstick XI. “I social media e il modo in cui Internet funziona, si vedono molte cose divertenti”, ha detto Bendtner durante la sua conferenza stampa introduttiva. Forse si riferiva al momento in cui Emmanuel Frimpong, suo ex compagno di squadra dell’Arsenal, ha sovrapposto la testa di Bendtner su una fotografia di Lionel Messi che ha vinto il Pallone d’Oro. Altrimenti non è stato così divertente.Non è difficile trovare i video della compilation online – Funny Moments di Lord Bendtner e così via – e per la maggior parte stanno ridendo di lui, piuttosto che con lui. Dean Saunders e Brian Clough – una storia che è diventata virale ma non lo fa finisco li | Daniel Taylor Leggi di più

Tutto ciò detto, stiamo ancora parlando di un attaccante che potrebbe sorprendere alcune persone se – e questa, forse, è la domanda più pertinente – può riallineare le sue priorità e ha l’intelligenza e orgoglio professionale per rendersi conto che rischia di trasformare una carriera che una volta prometteva in una fonte permanente di rimpianti. Fa male che ha fatto 72 presenze per il suo paese ed è giunto settimo nella lista di tutti i marcatori di tutti i tempi, eppure quando la Danimarca non è riuscita a qualificarsi per Euro 2016 è stato indesiderato?Si rende conto che non c’è nulla di così demoralizzante per i seguaci dello sport che guardare qualcuno che spreca i loro doni? E se dovesse prendere il test di Crevoisier ora, riconoscerebbe che non è colpa di tutti, dopotutto?

Se la risposta è sì a tutte quelle domande che almeno è un punto ragionevole per iniziare.Bendtner non sarà mai bravo come pensava di essere, ma, se cerchiamo indizi su quanto sia determinato a rimediare, c’è un barlume di speranza dal fatto che abbia trascorso il suo tempo fuori dall’allenamento con FC Copenaghen per mantenersi in forma.

Bendtner ha il potenziale per segnare gol e ricordarci perché ha giocato in Champions League in sette delle ultime nove stagioni, perché Arsène Wenger ha mantenuto la fiducia in lui per così a lungo all’Arsenal e perché Antonio Conte una volta lo ha firmato per la Juventus.

La migliore politica per ora, tuttavia, è probabilmente mantenere una mente aperta e ricordare quella “potentia” “, come disse una volta Sir Alex Ferguson, può essere una parola pericolosa nel calcio. “Ho sentito parlare del potenziale di questo ragazzo quando sono arrivato per la prima volta in Inghilterra”, ha detto una volta Ferguson di Peter Barnes. “Tutti mi dicevano che aveva un grande potenziale.Gesù Cristo, aveva 30 anni. “Finalmente qualcuno tossì per Kick It Out

Qualche tempo fa, scrissi che era inutile lamentarsi di Kick It Out non essendo l’organizzazione che dovrebbe essere a meno che non guardassimo alle principali ragioni per fermarlo dall’espansione.

All’epoca, la Premier League pagava 125.000 sterline all’anno per mantenere il gruppo antirazzista più importante dello sport.La Football Association e la Professional Footballers ‘Association hanno partecipato allo stesso evento – e la Football League, non avendo accumulato un penny per molte stagioni, è stata finalmente persuasa a iniziare a contribuire qualche anno fa.

In totale, ciò significava un finanziamento di base di 500.000 sterline l’anno, da cui Kick It Out doveva finanziare tutto, compresi gli stipendi dei 13 membri del personale che lavoravano da un semplice ufficio al quarto piano sopra un ristorante pizzeria a Clerkenwell. Nessuno avrebbe dovuto essere sorpreso, con questo come punto di partenza, che un’operazione così piccola ha dovuto essere salvata finanziariamente più di una volta.

Buone notizie, comunque. La Premier League, sono attendibilmente informata, ha ora raccolto il suo finanziamento di base a £ 279.000 per questa stagione, £ 269.000 l’anno prossimo e £ 259.000 a quello successivo.Potrebbe essere ancora di più, arrivando intorno allo 0,003% del nuovo accordo televisivo, ma farà la differenza, soprattutto quando la FA ha offerto di aumentare il proprio contributo con altri £ 40.000 all’anno per i costi del progetto.

È un peccato, però, che la Football League non abbia seguito la tendenza quando tutti i suoi 72 club ne trarranno beneficio. Per quanto riguarda il PFA, Gordon Taylor ei suoi amici hanno anche deciso di non aumentare il loro contributo, anche se, in tutta onestà, hanno altre priorità, presumibilmente, con il loro imminente passaggio in nuovi e prestigiosi uffici nel distretto assicurativo di Londra (costo £ 5,2 milioni). si trasforma in crudeltà per leoni

In realtà peggiora.Anche le soffici mascotte inglesi avevano i loro poggiatesta gonfiabili per assicurare un volo confortevole, beatamente inconsapevoli a quel punto che sarebbero stati infilati in una cassa di metallo quando la squadra tornò all’aeroporto di Luton poche settimane dopo, meno un manager, in un comitato di benvenuto composto da diversi fotografi e un giornalista scandalistico (in missione, apparentemente, per consegnare ai giocatori alcuni asini impagliati avvolti in borse di tela islandesi).

Senza dubbio hai i tuoi ricordi.Potresti ricordare le immagini televisive dei giocatori che sbarcano sul loro aereo, il giorno dopo aver perso in Islanda, e il piccolo esercito di donne con giacche fluorescenti che corrono ai loro lati, gli ombrelli aperti, nel caso Jamie Vardy, Joe Hart e tutti gli altri che ritornano gli eroi sono stati aggrediti da alcune gocce di pioggia.

Uno personale era la scena, a Chantilly, dove era in corso un’operazione di pulizia all’hotel che i giocatori inglesi avevano appena lasciato. Tutto è stato caricato nella parte posteriore di un furgone e qualcuno ha chiesto perché il veicolo non avesse alcun marchio di Football Association.L’autista lo voleva in quel modo, ci è stato detto, per risparmiare il suo imbarazzo nel lungo viaggio verso casa.

È contro questo tipo di fondale che la FA, permanentemente sconcertata dalle accuse di arroganza nel calcio inglese, tiene un orologio al St George’s Park che ticchetta fino al giorno in cui l’Inghilterra vincerà la Coppa del Mondo del 2022. “L’orologio è pazzo”, Greg Clarke, il nuovo presidente della FA, si è offerto volontario per il suo primo impegno pubblico nel ruolo della scorsa settimana. E, infine, qualcuno in autorità aveva osato dirlo. In una breve frase, Clarke ha fatto un buon inizio.