Hossy divenne una leggenda e il giocatore di hockey slovacco di maggior successo nella storia

Hossy divenne una leggenda e il giocatore di hockey slovacco di maggior successo nella storia

È una storia abbastanza famosa, ma ricordiamolo. L’anno era il 2008 e Hossa dopo anni a Ottawa e poche stagioni ad Atlanta, dove poteva sognare grandi successi, trasferirsi a Pittsburgh.

La motivazione era chiara: finalmente ottenere la Stanley Cup. Lo ha quasi fatto, e lo ha fatto fino alla finale, ma non è arrivato a Detroit. Slovacca attaccante è quindi in estate, quando era un free agent, ha deciso di cambiare solo a Detroit

Che cosa è successo: Un anno dopo ha ripetuto lo stesso finale, che era Hossa ancora una volta dalla parte sbagliata – questa volta ha celebrato Pittsburgh..

Il terzo cambio di datore di lavoro è stato felice. Hoss è venuto a Chicago, dove una squadra promettente è nata attorno a una coppia estremamente talentuosa, Jonathan Toews, Patrick Kane.Il nativo di Trenčín ha ricevuto un’offerta lucrativa per 12 anni – quella è la fine della sua carriera, il club era molto di lui.

Non poteva rifiutare. È stata la decisione che lo ha reso una leggenda. Hossa a Chicago per cinque anni ha vinto tre Stanley Cups – questa volta ha avuto successo in finale. L’ultima volta quest’anno. Entrò a far parte della Dinastia Hockey.

“Tre Stanley Cups in cinque stagioni…Sono felice e grato di far parte di questa fantastica festa. Abbiamo una grande squadra di giocatori e persone perfette “, ha detto Hoss dopo l’ultimo trionfo.

All’età di 36 anni, era il secondo giocatore più anziano di Timonen di Fin, ma appartiene ancora alle figure chiave dei Blackhawk.I fan locali non lo dimenticheranno mai perché questo periodo è il più riuscito nella storia del famoso club.

Questo è forse promesso agli slovacchi. Statua di fronte allo stadio c’è Stan Mikita, che ha vinto la Stanley Cup come la prima nel 1961, e oltre a lui lì a celebrare Hossa e Tomas Kopecky, Michal Handzuš.

“per essere un campione per la terza volta, è già qualcosa. Sensazione irreale E, inoltre, la possibilità di vincere davanti ai nostri folli fan…Questo è qualcosa che va oltre la realtà. Io ho la mia famiglia, il fratello e la moglie e gli amici con loro tutto il tempo si può usare ‘, ha detto Hossa ancora sul ghiaccio.

Anche se si deve abituare alla sensazione vincente era pieno di emozione.E ‘solo non invecchia mai, soprattutto quando si sa che hai attraversato il traguardo ed è stato uno dei giocatori chiave.

E’ degno di nota che anche nei suoi anni Hossa non ha perso una sola partita della stagione. E anche se ha cambiato molto il suo stile di gioco, può ancora raccogliere punti. Quest’anno ha accumulato nella parte di base 61 (22 + 39), che lo ha messo al terzo posto in squadra per Toews e Kane. In 23 duelli playoff aggiunto 17 punti per 4 obiettivi e 13 registrazioni.

Altro stelle slovacco Marian Gáborík dicendo: “Prima forse raccolto principalmente punti, ma ora indulgere in quando qualcuno potrebbe accendersi puck lo stesso di quando ha la possibilità di qualcun altro. Ha già tre Stanley Cup, e questo è qualcosa di grande. Per fare questo oltre un migliaio di punti, che è un Hall of Fame carriera “.

Non era l’unico.Apparentemente, Kane ha detto: “È un giocatore di hockey, un buon compagno di squadra e un uomo. Lei ha tutto ciò che dovrebbe avere. Gioca debolezza, ritorna in difesa meglio di chiunque altro in campionato. Quando si guarda la NHL, in modo da avere da dire, come è possibile che questo ragazzo non ha Selkeovu trofeo (per la migliore difesa in avanti) “.

sparsero dal suo allenatore Joel Quenneville, che aveva visto anche la Sala Fame. Non è irrealistico, Hossa in NHL ha giocato 1.176 partite in cui ha segnato 1.056 punti.. Si tratta di una carta di tutto rispetto in grado di migliorare e in aggiunta è possibile che verrà aggiunta come la quarta coppa